Benvenuto 2019: che intenzioni hai?

Sto finendo di smaltire le dosi eccessive di panettone + prosecchino ed è il momento di guardare con fiducia all’anno da poco iniziato.

Con fiducia?

Di natura sono un ottimista depresso … beh, siamo tutti un filo bipolari. Esplicitamente, fattivamente ottimista, interiormente sempre preparato al peggio. Dò almeno in parte la colpa ai romanzi italiani del diciannovesimo e ventesimo secolo, studiati sui banchi del liceo, versione spenta del vitalismo Hemigwayano che tanto amo. Il protagonista si batte, soffre e si impegna, ma alla fine il fato crudele renderà tutto vano. Fatalismo mediterraneo, Continua a leggere

Ho messo via

Saper dire di no è diventata una questione di sopravvivenza.
Rifiutarsi al diluvio di notizie, contenuti, notifiche e update, sottrarsi alla marea montante di annunci, novità, segnalazioni, last minute, breaking news e breaking balls. Ti interessa sapere …? No grazie. Le 10 migliori app del primo trimestre 2015? Ne ho già fin troppe sui miei device, e ne uso neanche un decimo. Un importante articolo sui linguaggi più popolari nell’ambito dei big data? Fa niente, me lo perdo.

Digitale sul digitale sul digitale …

Mi tengo informato su tutto quello che succede nel mondo del digitale, un po’ per mestiere un po’ per passione. Ma l’informazione digitale sul digitale è diventata un’ossessione, un incubo affannato popolato di news outlet, portali specializzati, siti verticali, forum specialistici e blog generici. Ogni  fonte fa del suo meglio per essere ascoltata, per strapparci un momento di attenzione. Lo fanno in modo sempre più insistente, curano la forma grafica, offrono white paper e e-book in omaggio, ultime novità , sconti mirabolanti, app scaricabili a vista, qualunque cosa per ottenere l’accesso alla nostra casella di posta elettronica.

Ciascun atomo divulgativo si moltiplica come l’idra dalle tante teste. Ogni ruttino informativo viene Overload informativoclonato e rilanciato su social network, canali di informazione, aggregatori, che le ripetono e lo amplificano. La stessa notizia finisce per assalirci da tante parti diverse. Contenuti digitali sui contenuti digitali, una sorta di acronimo ricorsivo che si nutre di fissione informativa incontrollata.

Quanta parte di questi contenuti è effettivamente interessante? Nelle ultime vacanze di Natale mi sono preso un po’ di tempo e ho calcolato Continua a leggere