Le pause del silenzio

È il titolo di una vecchia canzone; è anche la traduzione approssimativa del nome di un gruppo vocale femminile americano di colore, scorto anni fa in tv: nome bellissimo, a sottolineare che la musica è struttura connettiva e forma geometrica, oltre che sostanza delle onde che percorrono l’aria.

Il ricordo del gruppo che cantava “a cappella”, e la riflessione che segue, me la sollecita il libro che sto leggendo e giò citato in un post precedente,  in passaggio in cui Carrière sostiene che il cinema non è nato con la macchina da presa, ma con il montaggio. I primi “film” consistevano in un piano fisso di un palco su cui si recitava: non ancora cinema, ma solo teatro in movimento.

Il cinema nasce con le inquadrature e con il montaggio che le struttura. Il tempo si dilata o si accorcia rispetto a quello della proiezione; un secondo che dura un minuto, un giorno che dura un’ora.

Lo stesso succede quando la radio sfocia nella televisione. Il primo telegiornale era un “giornale radio in video”. Così come il primo giornale on-line è uno sfogliabile.  Continua a leggere

Annunci

Nuvole all’orizzonte

Amazon annuncia la disponibilità di una soluzione cloud per lo storage della musica con la formula “cloud computing”: la tua musica sta chissaddove, tu puoi raggiungerla da qualsiasi device connesso (forse non proprio tutti: Mac, PC, Android … e per ora non in Italua). I primi 5 GB sono gratis, dopo di che costa circa un dollaro a giga, a parte quello che si compra su Amazon, che si può memorizzare (ovviamente) gratis. Più varie formule speciali, ma non voglio fare pubblicità a nessuno; anche se  Continua a leggere

Il modello

… e non parlo di Raz de Gan, ma di modello di business dell’editoria.

L’editoria moderna è nata su un sistema “di massa” di produzione e distribuzione delle notizie, permesso dalla tecnologia della macchina da stampa; non più poche copie per volta, ma una miriade in uno spazio temporale limitato.

Permesso, ma anche vincolato: fare informazione richiede un notevole immobilizzo di capitali. Continua a leggere