Vivere o sopravvivere?

“The winner takes it all” cantavano gli Abba qualche anno fa.

Ci sono alcuni business che fanno una pesante leva sulle dimensioni, oppure dove il “first mover advantage” ha un peso spropositato; o che ancora hanno una formula, un modello tanto più efficiente degli altri, che tendono ad accumulare un vantaggio incolmabile sui concorrenti. Dopo tutto è per questo che sono state create le autorità anti trust, per gestire le posizioni dominanti che inevitabilmente si creano in alcuni comparti e che a volte vengono usate per procurarsi vantaggi in settori adiacenti.

Queste situazioni si creano anche nel mondo digitale; anzi a volte vengono occupati mercati che invece Continua a leggere

Annunci

Slow news, no news

3 ottobre, Corte d’Assise d’Appello di Perugia, lettura del verdetto su Amanda e Raffaele. Sono presenti 400 (quattrocento!) giornalisti accreditati.

Amanda viene assolta per i reati più gravi, ma condannata per diffamazione; un reato minore rispetto agli altri, e per giunta già scontato in carcerazione preventiva. Nella fretta di dare la notizia per primo sul proprio sito, il giornalista del Daily Mail si sbaglia, prende fischi per fiaschi e si confonde, annunciando la disfatta della yankee. Per aggiungere un po’ di sugo alla storia, la descriva affranta e piangente (di Raffaele si disinteressa, poverino, quattro anni di carcere da innocente e poi neanche lo considerano, a favore dell’avvenente co-imputata); non contento, il Daily pubblica pure le trionfali dichiarazioni dei PM: “Giustizia è fatta!”. Conclude descrivendo il mesto ritorno al cellulare (no il telefono, il camioncino della polizia carceraria), per il ritorno in galera dove sarà sottoposta a guardia psichiatrica per evitare tentativi di suicidio. Poco dopo, la rettifica.

Ma dai! Non ci credete? Anch’io ho voluto controllare.  Continua a leggere

Segnalazione

L’avrete già visto, segnalo comunque una riflessione di De Biase che mi sembra particolarmente stimolante.

Arriva la ripresa?

Il punto interrogativo è d’obbligo.

Ma le foglioline verdi continuano a spuntare sui rami degli alberi, segno che se pur l’inverno non è ancora terminato, la primavera non è lontana.

MS acquista Skype, Linkedin è vicina alla quotazione mentre Groupon la prepara, Google lancia servizi su cloud insieme a Amazon e Apple: si ricomincia a investire.

Come è evidente tutti questi esempi riguardano l’area digitale, ma anche uno sguardo allo stra-tradizionale indice di produzione industriale dona qualche motivo di ottimismo, sia pure a singhiozzo (male gennaio, bene febbraio e marzo, alla fine un segno positivo sull’anno). Insomma, non è ancora passata, ma sta per passare … speriamo. D’altro canto, Continua a leggere

Diretta e differita

Auditel da questa settimana prende in considerazione anche gli spettatori “differiti”, vale a dire quelli che vedono un programma registrato su MySky. Secondo Sky questo potrebbe produrre una variazione dei dati dal 16% al 20%, in quanto un milione e mezzo di famiglie possiedono l’apparecchio di registrazione.

Due modelli di fruizione

Non so quanto io sia personalmente rappresentativo, comunque guardo la televisione “a flusso” in compagnia dei familiari, ma se ho un attimo di visione solitaria faccio riferimento sempre a programmi registrati: se interessa, la mia serie preferita è Continua a leggere

A Boston c’è la neve …

… e si muore di noia
Urla tristi di gabbiani sull’acqua della baia
Gente dalla pelle grigia che ti guarda senza gioia
Tutti freddi e silenziosi chiusi nella loro storia

Ma in Italia oh dolce Italia
In Italia è già primavera
In Italia oh dolce Italia
La gente è più sincera, la vita è più vera

Ma in Italia oh dolce Italia
In Italia è già primavera
In Italia oh dolce Italia
La gente è più sincera, la vita è più vera

Ma poi tornati qui a Milano sembrano tutti americani
Vivono vite di sponda ciechi ai loro problemi
Vorrei metterli su di un Jumbo e poi fargliela vedere
Quell’America senza gioia, sempre in vendita come una etc.

Così cantava Finardi nell’87 in una bellissima canzone che consiglio a tutti di scaricare (legalmente). Noi italiani siamo sempre stati esterofili; ma ultimamente la moda di dire che all’estero è meglio, che lì davvero è un’altra cosa, che a chi ha ambizione, fantasia, cervello conviene, anzi necessita emigrare, è esplosa Continua a leggere

A Boston c’è la neve …

… e si muore di noia
Urla tristi di gabbiani sull’acqua della baia
Gente dalla pelle grigia che ti guarda senza gioia
Tutti freddi e silenziosi chiusi nella loro storia

Ma in Italia oh dolce Italia
In Italia è già primavera
In Italia oh dolce Italia
La gente è più sincera, la vita è più vera

Ma in Italia oh dolce Italia
In Italia è già primavera
In Italia oh dolce Italia
La gente è più sincera, la vita è più vera

Ma poi tornati qui a Milano sembrano tutti americani
Vivono vite di sponda ciechi ai loro problemi
Vorrei metterli su di un Jumbo e poi fargliela vedere
Quell’America senza gioia, sempre in vendita come una troia