Mamma, ce l’ho fatta: la 1 BLN $ company!

C’era parecchia gente al Mailup Investor Day di mercoledì. La platea era anche qualificata, almeno a giudicare dalla qualità delle domande, tra l’altro, cosa rara, poste in un perfetto inglese. Ne valeva la pena: al centro dell’evento l’intervento di Franck Le Ouay, co-fondatore di Criteo, uno che ce l’ha fatta! La sua azienda è ora quotata al Nasdaq con un market cap di quasi 2.5 miliardi di dollari.

Francamente, è la prima volta che vedo da vicino uno che ha creato una “1 billion $ company”. Il sogno, il Sacro Graal, l’obiettivo di una vita. Franck ha offerto in modo semplice e diretto la sua filosofia, quello che ha imparato e capito attraverso il suo percorso di imprenditore digitale.

Ci sono in giro molte ricette che spiegano come avere successo. Libri scritti da consulenti, professori, imprenditori. Il problema è che spesso

www.criteo.com

Il sito di Criteo

dicono cose molto diverse, tipo: “credici fino in fondo, nonostante tutto e tutti, non deviare, non deflettere” piuttosto che “sii pronto a fallire e a cambiare strada costantemente”. Qual è quella giusta? Chi avrà ragione? L’impressione finale è che ogni storia di successo, se non altro a questo livello, sia un mix irripetibile di talento e fortuna, e che sia velleitario e in fin dei conti illusorio provare a trarne delle regole comuni.

E’ un po’ come cercare di dimagrire [un paragrafo di crudeltà pura, ma consolatevi, ci sono dentro anch’io!]. Quante diete conoscete, una totalmente diversa dall’altra, ciascuna basata su un metodo differente, a volte opposto, tutte invocanti la testimonianza “lui/lei ce l’hanno fatta seguendo questo metodo?” Una marea. Quante persone conoscete che sono dimagrite e non hanno più recuperato peso? Io, poche, e ciascuna ci è arrivata in modo diverso. Ma allora che senso ha parlare di un metodo certo e provato per perdere peso in modo strutturale e stabile nel tempo?

In questo quadro, il tono dell’intervento è stato pacato, non assolutizzante. Uno che, tra tanti, potrebbe a buon titolo impartire ricette, si è limitato a raccontare dei piatti che piacciono a lui, e di come li ha cucinati. Bravo Franck.

Vi riporto gli appunti che ho preso, organizzati per punti. Per metà è quello che ha detto lui, per metà è come l’ho interpretato io, insomma c’è del mio. Lo dico anche perché l’azienda è quotata, e non vorrei mai fare un danno.

  1. Reinventati tutte le volte che diventa necessario.  “Buona la prima” non succede mai. Si tenta, si ritenta, ci si ingaggia, si chiede, si capisce, ci si informa, e alla fine si arriva all’idea vincente. Che appunto, non è mai la prima, quella in base alla quale si è deciso di intraprendere. L’idea originale è solo quella che ci ha convinto a salpare, come Colombo, che cercava le Indie, ha trovato l’America, e nessuno si è mai lamentato dell’errore.
  2. Ottimizza per il lungo termine. Quando fai una cosa, devi pensarla tra qualche anno.
  3. Keep it simple. Complesso e complicato sono due cose diverse. Una soluzione può essere complessa, ma deve essere semplice. Devi essere in grado di spiegarla in una frase sola a chiunque, anche a un non addetto ai lavori. Se la capisce la tua mamma (ammesso che tua mamma non sia un ingegnere del MIT) allora può funzionare.

    Foto e bio di Franck Lo Ouay

    Franck Lo Ouay

  4. Assumi il più tardi possibile, altrimenti avrai intorno tanta gente relativamente sfaccendata e demotivata. Allow yourself to be understaffed.
  5. Non avere paura di sognare in grande. Gestire un grande sogno costa quanto gestirne uno piccolo; ma nel primo caso il premio è più grande, è più facile attrarre talento, capitali, etc. In più, non ci si annoia.
  6. Tieni sempre a mente i bisogni reali della gente vera. Concentrati su un bisogno primario del genere umano. Poi pensa alla soluzione, e  innova sulla soluzione, non sul bisogno.
  7. Analogamente al punto precedente: trova qualcosa di noioso e rendilo eccitante. Take something boring, and make it cool.
  8. All’estero, all’estero! No ?!? Inizia il tuo business nel posto dove hai famiglia e amici, molto presto avrai bisogno di entrambi.

 

Pensiero finale di Franck: non dare retta agli esperti, specialmente quando ti dicono “non fare questo o quello” o “non riuscirai mai a fare questo o quello”. Di conseguenza … non dar retta neanche a me! Franck adesso ha preso le distanze dall’operatività di Criteo, perché vuole ricominciare da capo con la prossima 1 BLN $ company. In bocca al lupo. E se volete vedervi e sentirvi tutto il suo discorso, lo trovate qui sotto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...